Annina - Carnasc Band

Vai ai contenuti

Menu principale:

Annina

Banda
1. Identità (nickname, strumento, funzione nella guggen)?
Annina, Anninz (per poche folli amiche), Anna, quando si vuole richiamare la mia attenzione o richiamarmi all’ordine. Iniziato come tamburello, ho testato anche l’ebbrezza di essere una comparsa, nel periodo in cui avevo un piede in Svizzera interna e uno in Ticino, da due anni mi diletto con la tromba. Una cosa c’è da dire, indipendentemente da quello che suono, il ballo c’è sempre

2. Nella Carnasc dall’anno?
Nel lontano 1997 (credo...); mi ricordo che è stato l’anno del compleanno con tanto di parrucca verde luminescente

3. Professione?
Massaggiatrice medica

4. Hobby, passioni varie? Non calcolando la guggen?
Sono musica-dipendente, me la canto, me la suono e me la ballo quotidianamente, è il mio ossigeno viaggiare, camminare, ridere e condividere le giornate con Amici, quindi ogni scusa è buona per stare in buona compagnia, feste, concerti, serate, ecc…

5. Cosa ti ha dato la Carnasc da quando ne fai parte?
Quanto tempo ho per questa? La CB è una fonte di continue e inaspettate emozioni… non si finisce mai d’imparare... scopri che le patate sono anche note lunghe, che il bocchino della tromba e le forchette sono anche ottimi microfoni, che ballare con gli occhiali da sole nelle tendine ha il suo perché, che quando ci si diverte la stanchezza si trasforma in energia, che suonare è un ottimo rimedio per spegnere il pensiero e rifarsi il labbro senza ricorrere alla chirurgia estetica… che l’Unione fa la Forza, che ballare sui tavoli, abbattere tendine e bettole, nuotare sui ciottoli, smerigliare, mettersi i brilli, dormire in un lego, mangiare i rösti a colazione o il toast del Bava fanno bene al cuore, così come attaccar giù
Che dietro ad una grande Banda c’è sempre un Grande Maestro (grazie Max Caccia, grazie Biffi, grazie Binissimo… MITI!!!) e tante singole persone che con le loro doti creative, culinarie, costruttive, comunicative, informatiche, musicali e chi più ne ha più ne metta, ti possono insegnare sempre qualcosa e ti fanno stare Bene… e detto fra noi, io di stare Bene non mi stanco MAI

6. Fuori dalla Carnasc, qual’è la tua guggen preferita?
Per il loro spirito di fratellanza la mitica Bau, e per lo spirito di gruppo la Sonada

7. La tua miglior uscita con la guggen? Perché?
La prima uscita non si scorda mai... mi avevano prestato il vestito di Amadeus e da lì è stato subito amore spassionato per la CB

8. Sogno che hai fin da piccino/a?
Volare come Peter Pan sull’isola che non c’è, vivere come un folletto nella foresta e avere poteri magici

9. La frase o il proverbio che ti si addice di più?
Respirare ogni giorno con gioia, stupore e meraviglia, vivendo la vita come il più grande spettacolo dopo il Big Bang. E vai di Swing, vai di Rock, vai di Folk, balla sul mondo fino all’ultimo sound!!!

10. Hai un sacco di fortuna, sei l’unico/a vincitore/trice del Jackpot. Quale sarebbe la prima cosa che faresti (togliendo il fatto che smetteresti di lavorare?)
Mi prenderei un anno sabatico per viaggiare, curiosare, testare, apprendere le varie terapie in giro per il mondo, dall’Asia all’Indonesia, agli sciamani in Sud America, o quelli alle Hawaii, per poi organizzare una specie di villaggio riabilitativo, ricreativo in mezzo alla natura dove le persone possono recuperare benessere dopo Carnevali vari, esami di scuola, stress lavorativi, ecc…

11. Cosa ti ha fatto cominciare in guggen?
Parlando con Sara e Sam una sera al Piazzetta mentre suonavano con la CB vestiti da Amadeus, mi hanno convinto e sicuramente anche grazie al coinvolgimento e all’entusiasmo della mia grande Amica Lindin, grazie raggio di Sole

12. Quali sono i tuoi brani musicali preferiti della guggen?
Feel good, Hush, We are family, Get down tonight, Don’t U, America, CB/DC, Indian Tonic

13. Domanda fatta da MAGDA: “Dato che vorrei intraprendere una professione simile alla tua, non posso che non chiederti se mi insegnerai qualche trucco del mestiere…”
Ma topolina ma certamente!!! Qualsiasi esperienza se non condivisa che senso ha? Se posso aiutarti volentieri…

14. Chi scegli come prossima/o Carnascina/o? Per quale motivo?
Scelgo il mio punto di riferimento (p.d.r) nella mia sezione di trombe 2… la Ro. Colgo l’occasione per ringraziarla per il noleggio cronico della sua tromba, per le dritte e l’aiuto che mi da e che mi ha dato nel mio primo anno come tromba. Sicuramente ha fatto la differenza nella mia carriera da trombettista freestyle. GRAZIE per esserci!!!

15. Domanda a Ro:
Visto che Bellinzona si sta spegnendo poco a poco, prima che anche i decibel della Clava diano fastidio, riusciamo a fare la famosa serata cantata anche se i popcorn non ci sono più?

16. Ultimo pensiero per chiudere l’intervista?
Come dice Rico (che tra l’altro è colui a cui va un GRAZIE costante, perché ha generato la nostra unica e inimitabile CB)… CIAUUUUUU
Copyright and mastering: Swiss Web Print (www.swisswebprint.ch)
Torna ai contenuti | Torna al menu