Ro - Carnasc Band

Vai ai contenuti

Menu principale:

Ro

Banda
1. Identità (nickname, strumento, funzione nella guggen)?
Ro, Romi (per i famigliari), Romina per chi vuole fare il serio

2. Nella Carnasc dall’anno?
Dall'anno del folletto Irish

3. Professione?
Aiuto educatrice in asilo nido e da settembre studentessa part time

4. Hobby, passioni varie? Non calcolando la guggen?
Leggere (libri, fumetti, le istruzioni per l'uso, le scatole dei biscotti, le etichette delle bibite, qualsiasi cosa!), ascoltare musica, cantare a squarciagola (e non sempre quando sono sola), vedere film, serie tv, cucinare, vedere gli amici, ridere, parlare e ascoltare

5. Cosa ti ha dato la Carnasc da quando ne fai parte?
Tanti amici nuovi, tante belle emozioni, tanti sorrisi, tante risate, tante lacrime (di felicità, dal ridere e non), tanti travestimenti, tanti attimi da ricordare con un sorriso, altri che non ricordo ma che ci pensano gli altri a farlo per me, tante chiacchiere, tanti balli, tante note, tanti sospiri, tanti brindisi, tanti momenti intensi, tanti scambi d'idee, opinioni e tanta creatività. Ho imparato a suonare (circa) uno strumento, a fare gli schkat de blüs e soprattutto ho imparato che oltre ad un bocchino e una forchetta, qualsiasi cosa può fare da microfono

6. Fuori dalla Carnasc, qual’è la tua guggen preferita?
Ognuna ha il suo perché e il suo bello

7. La tua miglior uscita con la guggen? Perché?
Tour del piano con il cartello “Carnasch” e i dirottatori del bus? Avenches e l'entrata nell'arena al grido di “Massimo, Massimo”? Bussigny e la storta al piede? Medeglia e la pizza di mezzanotte? Nizza e i bar chiusi? Non saprei proprio scegliere... ogni uscita, ogni suonata ha quel qualcosa di speciale

8. Sogno che hai fin da piccino/a?
Da bambina volevo fare la cameriera oppure essere Lulù dei fiori. Dopo aver ricevuto in regalo la collana magica di Lulù e aver scoperto che non funzionava, non ho più voluto avere sogni per non avere altre delusioni

9. La frase o il proverbio che ti si addice di più?
“Se puoi viaggia! che tanto tornare a casa si può sempre” e “vivi e lascia vivere”

10. Hai un sacco di fortuna, sei l’unico/a vincitore/trice del Jackpot. Quale sarebbe la prima cosa che faresti (togliendo il fatto che smetteresti di lavorare?)
La prima, prima? Penso che sverrei perché non giocando mai a niente sarei sorpresissima. Poi, se la cifra lo permette, prenoterei un biglietto giro del mondo e partirei con il Pat, zaino in spalla, per un anno alla scoperta di tutti i posti che non ho mai visto e tutti i cibi che non ho mai provato e i popoli che non ho mai conosciuto. Già che sono in giro tornerei anche a visitare le nazioni già viste... per vedere i cambiamenti avvenuti. Prima di partire e al ritorno mega grigliata offerta con tutti gli amici e i famigliari

11. Cosa ti ha fatto cominciare in guggen?
Ero ancora dama del regno di Maggia ma già si sapeva che il Re sarebbe andato in esilio e la corte si sarebbe sciolta. Di conseguenza il Pat mi chiese: “ma non vuoi entrare in Carnasc? Ho una tromba a casa se vuoi iniziare a suonare uno strumento”. Io, titubante, gli risposi: “vengo ad assistere a un paio di prove e vedo com'è”. E' finita che dopo un paio di prove mi sono lasciata travolgere, ho chiesto la tromba al Pat, c'era un vestito da Irish della mia taglia che avanzava, ho chiesto al Re di Maggia un paio di congedi per venire a suonare et voilà, ero dentro

12. Quali sono i tuoi brani musicali preferiti della guggen?
Dark, Don't you, America, Indian Tonic, Gnücc, Fuego e Schtar (peccato non farla più)

13. Domanda fatta da ANNINA: "Visto che Bellinzona si sta spegnendo poco a poco, prima che anche i decibel della Clava diano fastidio, riusciamo a fare la famosa serata cantata anche se i popcorn non ci sono più?"
Annina... speravo nella Bacchica! Così da essere “pronta” per un'esibizione a fine serata, ma ce l'hanno tolta... direi... lasciamo fare al caso, sono convinta che prima o poi ce la faremo ad esibirci

14. Chi scegli come prossima/o Carnascina/o? Per quale motivo?
Passo la palla alla mia cara vicina di suonate (che in più mi fa sbirciare i bigini) Michi! Come ringraziarla se non mandandole quest'intervista?

15. Domanda a Michi:
Piccola Michi... dove vai??

16. Ultimo pensiero per chiudere l’intervista?
Ghosting
Copyright and mastering: Swiss Web Print (www.swisswebprint.ch)
Torna ai contenuti | Torna al menu