Secondo decennio - Carnasc Band

Vai ai contenuti

Menu principale:

Secondo decennio

Banda
Dopo l'anno della Pantera Rosa c'è un'altra data da ricordare.
Infatti nel 2000 la banda raggiunge un traguardo molto importante grazie al motto tipico dei Moschettieri:
"Tutti per uno, uno per tutti..."
e si classifica al primo posto assoluto all'ultimo carnevale Rabadan del millennio, prima banda ticinese dopo molti anni di predominio svizzero tedesco.

Nel mese di agosto abbiamo perso l'amico Brenno; a casa Silvana Sheila e Alan lo aspettavano per festeggiare il nuovo lavoro ottenuto lo stesso giorno: uscere di Robasacco. Spesso e volentieri trovavamo la batteria ma non lui, che era nel suo magico mondo, quando lo si trovava la risposta era sempre quella: vieni nella tribù, it’s so Pretty neat, pretty girl!

Nel 2001 la banda porta tutto il suo amore alle coppie e ai single ticinesi con il costume di Cupido e con il vestito del Fuoco la banda sembra presagire qualcosa d'importante per gli anni seguenti...

Il nostro viaggio non si ferma qui, caro lettore.
Ricorre il 2002, anno di grandi cambiamenti nella piccola metropoli di Cadenazzo:

- Cade la decisione che la sede la quale ospita la banda verrà distrutta per lasciar spazio ad un nuovo Municipio;
  presto la banda non avrà più un tetto per ritrovarsi;
- Il gruppo che da anni organizza il carnevale si è sciolto e non si avrà più ul "Carnevaa Carnasc" con il suo Re;
- Il nostro mitico "Carnasc Car" non potrà più sfoggiare il suo look e riunire tanta bella gente su di sé?

Ecco allora che sale in cattedra il nostro mitico Presidentissimo e co-fondatore "Rico mano lesta"... Motiva alla grande il suo comitato e tutti i suoi carnascini per creare il tema adatto del 2003 che darà una svolta definitiva alla vita della società:"Work in progress".

Esatto, perché la Carnasc Band è stata confrontata con tanti lavori in corso: non è solo cresciuta di numero, ma è cresciuta anche a livello di gruppo e di struttura... In pochi anni la banda è riuscita a "costruirsi" una propria nuova sede splendente.
 
Dopo un week-end di ordinaria follia al torneo di calcio di Bironico, Jonathan e Richina raccontavano che domenica mattina sarebbero andati a bere il caffè in Italia in aereo; Jonathan vestito tutto in bianco con una rosa rossa da consegnare alla sua fiamma e Richina che voleva provare un’avventura simile (ndr. tanto emozionato che non riusciva neanche a bere).
In quella tragica domenica ci hanno lasciato altri due grandi amici. Niente più bollicine col Braghin, e niente più bottoni da riattacare con ciliege rosa per noi.
 
Dal 2003 la Banda organizza il carnevale di Cadenazzo rendendolo ormai una tappa fissa per ogni amante del divertimento, per tutte le guggen ticinesi e per alcune guggen d'oltralpe; il nostro Carnasc Car ha di nuovo trovato una sua sistemazione ed infine, da ormai 10 anni, abbiamo il nostro mitico Re (Luca) Carnasc IV. Quest'ultimo, è un personaggio che ha preso veramente a cuore il suo impegno; il nostro Re è diventato un'icona dei carnevali, del divertimento e della popolarità; oltre ad essere una magnifica persona, Re Carnasc IV è membro attivo della banda, porta alto il nome della Carnasc ogni volta che si sposta e regala sempre in tutto il cantone la sua gioia e la sua voglia di star bene.

Non per niente, tutti i Regnanti del canton Ticino non possono mancare al tradizionale ritrovo che lui e il suo regno organizzano durante la domenica del carnevale popolare a Cadenazzo... E per chi non sapesse cosa porta sempre al collo: domandategli di spiegarvi cos'è l' "ermenesüa", rimarrete di stucco!!!!

In questo secondo decennio la banda ha sempre voluto mostrare al pubblico amico le varie facce del divertimento, indossando nei vari carnevali la sua moda allegra, molto colorata e diversa (per intenderci non i soliti mascheroni tristi da züchin) creando sempre costumi semplici e comodi.

Nel 2004 la banda ha voluto svolazzare in tutti i capannoni mostrando un costume creato, assemblato e pitturato interamente da tutti i membri della banda... Più personale che così, il vestito non lo è mai stato; molti si ricorderanno di quelle ali da Farfalle che passavano occupando tanto posto al bancone del bar... In seguito si è voluto seminare in tutto il cantone la propria gioia e colore trasformandosi in giardinieri e Girasoli. Nel 2006 la banda ritorna alla ribalta rappresentando un cartone animato che ancora oggi attira l'attenzione di milioni di persone: i Simpson.

Basandosi su due fatti importanti (da una parte che la banda è piccola e mormora e che dall'altra parte il mitico Lavatoio del carnevale di Tesserete è stato luogo visitato in lungo e in largo per tante ore di discussioni) è nato il tema che nel 2007 ha dato la possibilità ai carnascini di svuotare i propri armadi di casa decorando interamente il nostro capannone... Le Lavandaie sono state dappertutto profumando con le loro saponette anche gli ambienti più strani; poi nel 2008 si è creato un costume luminoso e ci siamo trasformati in Giullari.

Sei ancora sveglio? Riempi il bicchiere e continua a leggere... Restano altri 10 anni!
Copyright and mastering: Swiss Web Print (www.swisswebprint.ch)
Torna ai contenuti | Torna al menu